Biography - Biografia

 

Multimedia

 
 

Claudio Barontini è nato a Livorno. Si avvicina al mondo dell’arte sin dalla giovanissima età: nel 1969 conosce il pittore Voltolino Fontani e frequenta, a Livorno, l’Accademia di arte figurativa Trossi Uberti, dove appunto Fontani insegnava. A 16 anni inizia a coltivare in parallelo un’altra passione: quella per la musica. Studia il contrabbasso in conservatorio e suona il basso elettrico in una rock band.Nel 1973 entra a far parte del complesso musicale della celebre cantante Milva e con lei, per circa 8 anni, suona e prende parte a concerti in tutto il mondo. Proprio allora che compra una reflex e scatta foto a Parigi e a Francoforte. Nel 1977 acquista la Nikon F2 con photomic e fotografa New York, Boston, Amburgo e San Pietroburgo, allora ancora Leningrado. In quel periodo
concentra la sua attenzione nei confronti della foto dinamica, contrapponendo soggetti statici ad altri in movimento. Nel 1979 inizia a collaborare come fotografo free lance per il quotidiano Il Tirreno. Nel 1981 abbina la foto al tema della citazione come, per esempio, nel lavoro Amburgo: omaggio a Man Ray. Nel 1982 realizza una lunga ricerca
storico fotografica, accompagnata da testimonianze “vive”, intitolata Livorno - Parigi - Costa Azzurra, incentrata sui luoghi vissuti dal pittore Amedeo Modigliani. Alcune di queste immagini vengono acquistate, nel 1984, dal MuseoProgressivo di Arte Contemporanea di Villa Maria di Livorno e altre esposte in varie mostre come Omaggio aModigliani a Parigi, al Museo di Montmartre. Nel 1990 diventa fotoreporter professionista e inizia la carriera con una pubblicazione su L’Europeo. Nel 1994 conosce lo scultore Pietro Cascella con il quale instaurerà un rapporto di grandissima stima, amicizia e collaborazione durato fino al 2008, anno della scomparsa del grande artista italiano. Nel 1995 viene chiamato a partecipare, come free lance, alla realizzazione dei numeri zero del progetto Mondadori per il settimanale Chi. Ad oggi sono innumerevoli le collaborazioni artistiche e le pubblicazioni su prestigiosi periodici
tra cui L’Europeo, Epoca, Chi, Gente, Oggi, Vanity Fair, Diva e Donna, Daily Mail, Hello, Ok Magazine, Wine Spectator,Sunday Mirror, News of the World, New York Post, Paris Match, Bunte, Gala e molti altri.

Tra le più recenti mostre personali ricordiamo:
2016 Museo Civico Giovanni Fattori di Livorno
2017 Castello monumentale di Lerici
2017 Museo della Commenda di Genova
2018 Museo di San Giovanni degli Agostiniani di Fivizzano (MS)
2018 Centro Civico Collagna Ventasso (RE)
2018 Museo dei Bozzetti di Pietrasanta (LU)
2018 Museo di Villa Rinchiostra di Massa                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                2018 CAMeC Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia

Per i libri: Portraits of celebrities 2010 / La Presenza e l’Assenza. Pietro Cascella fotografato da Claudio Barontini 2013 / Muscolai 2014 / Claudio Barontini Ritratti 2016 / Claudio Barontini fotografie 2017 / Lindsay Kemp Claudio Barontini. Disegni e fotografie 2018.

Di lui hanno parlato e scritto: Luciano Caprile, Vittorio Sgarbi, Massimo Carboni, Enrico Gusella, Francesco Tei, Marzia Ratti, Laura Leonelli, Fabio Amodeo, Ferruccio Battolini, Cordelia von den Steinen, Alice Barontini, Elettra Rosso, Mario Michelucci, Elisabetta Arrighi, Ursula Galli, Valerio P. Cremolini, Francesco Belais, Rosanna Harper, Alessandro Giannotti, Cristiana Grasso, Cristina Olivieri, Sandra Mazzinghi, Sara Sirtori, Stefania Dechabur, Marco Magi, Serafino Fasulo, Silvia Roccuzzo, Marco Gasperetti, Antonio Politano, Giulia Cassini, Chiara Giannini, Paolo Asti, Barbara Placidi, Anna Sagunti, Mauro Barbieri, Stefania Biamonti, Giammarco Puntelli, Francesca Fontana, Catia Marcucci.

 

*********************************

 

Claudio Barontini born in Leghorn (Italy)
He became involved in the art world at a very young age; in 1969 he met the painter Voltolino Fontani and attended the Trossi Uberti Academy of Figurative Art in Leghorn where Fontani was in fact a teacher. At the age of 16 he began to cultivate another parallel passion: music. He studied the double bass in the conservatory and played the electric double bass in a rock band. In 1973 he became a member of the musical group of the famous singer Milva, and with her he played and took part in concerts all over the world for about 8 years. It was during this time that he bought a reflex camera and
took photos in Paris and Frankfurt. In 1977 he purchased the Nikon F2 Photomic and photographed New York, Boston, Hamburg and St. Petersburg (still Leningrad at that time). In that period he concentrated on the dynamic shot, contrasting static subjects with moving ones. In 1979 he began to collaborate as a freelance photographer for
the newspaper Il Tirreno. In 1981 he explored the theme of quotation in his photos, as for example in the Hamburg work, homage to Man Ray.
In 1982 he carried out a long historical photographic research project accompanied by “live” testimonies and entitled Leghorn-Paris-Côte d’Azur, focussing on the places lived in by the painter Amedeo Modigliani. Some of these images were purchased in 1984 by the Progressive Museum of Contemporary Art of Villa Maria of Leghorn and others were exhibited in various shows, such as Homage to Modigliani in Paris at the Museum of Montmartre. In 1990 he became a professional photo journalist and began his career with a publication in the magazine L’Europeo. In 1994 he met the sculptor Pietro Cascella and so began a relationship of great mutual esteem, friendship and
collaboration which lasted up to 2008, the year of the great Italian artist’s death. In 1995 he was invited to take part as a freelance photographer in the creation of the zero issues of the Mondadori project for the weekly magazine Chi. He has had numerous artistic collaborations with and publications in prestigious periodicals which include L’Europeo, Epoca, Chi, Gente, Oggi, Vanity Fair, Diva e Donna, Daily Mail, Hello, Ok Magazine, Wine Spectator, Sunday Mirror, News of the World, New York Post, Paris Match, Bunte, Gala and many others.

The following are some of his most recent solo shows:
2016 Giovanni Fattori Civic Museum of Leghorn
2017 Monumental castle of Lerici
2017 Commenda Museum of Genoa
2018 San Giovanni degli Agostiniani Museum of Fivizzano (Massa Carrara)
2018 Collagna Ventasso Civic Centre (Reggio Emilia)
2018 Cast Museum of Pietrasanta (Lucca)
2018 Museum of Villa Rinchiostra of Massa                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                            2018 CAMeC Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia

For the following books: Portraits of celebrities 2010 / La Presenza e l’Assenza. Pietro Cascella fotografato da Claudio Barontini 2013 / Muscolai 2014 / Claudio Barontini Ritratti 2016 / Claudio Barontini fotografie 2017 / Lindsay Kemp Claudio Barontini. Disegni e fotografie 2018.

The following critics have spoken and written about him: Luciano Caprile, Vittorio Sgarbi, Massimo Carboni, Enrico Gusella, Francesco Tei, Marzia Ratti, Laura Leonelli, Fabio Amodeo, Ferruccio Battolini, Cordelia von den Steinen, Alice Barontini, Elettra Rosso, Mario Michelucci, Elisabetta Arrighi, Ursula Galli, Valerio P. Cremolini, Francesco Belais, Rosanna Harper, Alessandro Giannotti, Cristiana Grasso, Cristina Olivieri, Sandra Mazzinghi, Sara Sirtori, Stefania Dechabur, Marco Magi, Serafino Fasulo, Silvia Roccuzzo, Marco Gasperetti, Antonio Politano, Giulia Cassini, Chiara Giannini, Paolo Asti, Barbara Placidi, Anna Sagunti, Francesca Fontana, Mauro Barbieri, Stefania Biamonti, Giammarco Puntelli, Francesca Fontana, Catia Marcucci.